RIFLESSIONI DI UN SEEDSAVER

Quest’anno che finisce non ha portato solo bombe. Quelle, le hanno portate tutti gli anni della storia degli uomini. Non tocca a me parlarne…

Riflessioni di un seedsaver

Riflessioni di un seedsaver

… A me toccano le speranze. Le bombe di semi che ho visto lanciare.

Cominciando con “Seed vicious” a Milano, in primavera, un migliaio di persone radunate da Civiltà Contadina e da “La Terra trema”, e poi, ancora, crescita di scambi semi e tanti, tantissimi orto sociali e condivisi in crescita dappertutto. In Veneto, “Chiamata a raccolto”, e all’Arco della pace, ancora a Milano, in tanti per il mercato contadino di Genuino Clandestino e ancora a Firenze, carriole in piazza per la sovranità alimentare.. Ed io ci sono stato. Un movimento dal basso per riprenderci la terra, “compresa quella rimasta addosso”, riprenderci ogni seme buono e scambiarlo, diffonderlo.

Io ho vissuto tutto questo, da esponente di Civiltà contadina ho parlato, organizzato, discusso e incoraggiato, sempre.

Ora, a fine anno, mi tocca, è giusto, da persona che coltiva e che scrive, mettere insieme tutto quanto, rielaborare anche per i tanti che mi stanno invitando, dalla Toscana alla Sardegna. Tiziano Fantinel, Massimo Angelini, Alberto Olivucci, Marco Garoffolo, e tanti, tanti altri, ci state a parlarci, a dirci di quest’anno che, ben lungi da Expo, questo 2015, Anno del suolo, ha trovato attive e vive tante realtà a riprendere davvero, in libertà ed autonomia, semi e terra nelle mani giuste, le mani contadine?

Ce la farò, dal mio punto di vista, partendo da questa Cranno dove scrivo e coltivo, organizzerò i pensieri. Dire come la penso e tentare una riflessione. E’ importante che questo 2015 non passi senza coglierne le novità, antiche, che sono emerse. Spero che le molteplici realtà attive, Genuino Clandestino, Coltivar Condividendo, Civiltà Contadina, vogliano collaborare, farsi sentire.

Mi metto al lavoro. Lo meritiamo. Expo, non è stata la vetrina che abbiamo scelto, abbiamo fatto e detto altro, che si sappia, che si allarghi il cerchio.

Il buon seme si salva stando insieme.

Fonte: http://www.terranuova.it/Blog/I-Semi-e-la-Terra/Riflessioni-di-un-seedsaver#.Vm6nbCA0qIc.facebook

 

I commenti sono chiusi